Concerto di Primavera
Domenica 17 Marzo 2013 – Conservatorio Statale di Musica, Verona.

Lusinghe d’Amore.
Arie ed armonie dai campielli veneziani alle corti d’Europa

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il Concerto di Primavera, in cui si esibirà l’ensemble “Sans Souci”, vincitore del Premio Discografico Fondazione Masi alla Civiltà Veneta nell’ambito del Concorso Internazionale di Musica da Camera. I musicisti eseguiranno brani di musiche barocche, con strumenti musicali dell’epoca, tratti dall’incisione “Espressione delle Venezie – Vol. XIV” realizzata dalla Fondazione Masi.

Programma:

Agostino Steffani (Castelfranco Veneto 1655 - Francoforte sul Meno 1728)

Cantata “Spezza Amor”, per soprano, oboe, fagotto e basso continuo

Aria, Recitativo, Aria, Aria, Recitativo, Aria

 

Antonio Lotti (Venezia 1667 – 1740)

Sonata per Flauto Traversiere, Viola da gamba e basso continuo

Largo, Allegro, Adagio, Vivace

 

Giovanni Benedetto Platti (Padova 1697 – Wuzburg 1763)

Dalla Sonata in Do minore, op. IV n. 2 per clavicembalo

Adagio, Allegro-Presto

 

Antonio Lotti

Triosonata in La maggiore per flauto traverso, oboe d’amore e basso continuo

Vivace, Largo, Allegro

 

Giovanni Benedetto Platti

Triosonata in Sol minore per oboe, fagotto e basso continuo

Adagio, Allegro, Adagio, Allegro

 

Agostino Steffani

Cantata “Hai finito di lusingarmi”, per soprano, due oboi e basso continuo

Aria, Recitativo, Aria, Aria, Recitativo, Aria

 

Oltre ad essere nati nel territorio della Repubblica Veneta nella seconda metà del Seicento, i tre autori del programma musicale, Agostino Steffani, Antonio Lotti, Giovanni Platti, sono accomunati da carriere musicali svolte all'estero (Germania, Inghilterra e Austria), dove esportarono e fecero conoscere il loro genio musicale, influenzando così una vasta schiera di compositori d'oltralpe.

L’appuntamento è per Domenica 17 Marzo alle ore 18 nell’Auditorium “Nuovo Montemezzi” del Conservatorio Statale di Musica “Evaristo Felice dall’Abaco” in piazza Sant’Anastasia a Verona, vedi mappa. A seguire un brindisi offerto da Masi Agricola.

< Indietro