RI(N)TRACCIARE IL PAESAGGIO DI GOFFREDO PARISE
Presentazione volume 23/11/2016
In omaggio allo scrittore veneto Goffredo Parise, a trent’anni dalla sua scomparsa, ci fa piacere segnalare la presentazione del volume "I lembi dei ricordi. Ri(n)tracciare il paesaggio di Goffredo Parise" che si terrà mercoledì 23 novembre alle ore 17.30 presso la Biblioteca Internazionale "La Vigna" di Vicenza.

L’opera, frutto della collaborazione tra la Fondazione Masi, la Società Letteraria di Verona e le Grafiche Antiga, si propone di evocare visivamente attraverso la realizzazione di una serie di mappe lo speciale rapporto intrattenuto dallo scrittore con il paesaggio veneto.

Ingresso libero.

Lo scrittore Goffredo Parise ha vissuto con il paesaggio veneto un intenso rapporto, che ha lasciato visibili tracce nella sua opera letteraria e nelle due Case, oggi aperte al pubblico, a Ponte di Piave e Salgareda.
Nel 2013, alcuni professionisti che operano in ambito culturale si sono incontrati per realizzare un progetto incentrato su questo vivissimo legame e tale progetto vede oggi la luce, grazie alla collaborazione fra la Fondazione Masi e la Società Letteraria di Verona, le quali hanno voluto rendere omaggio al grande autore veneto promuovendo la pubblicazione del volume I lembi dei ricordi. Ri(n)tracciare il paesaggio di Goffredo Parise, nell’anniversario dei trent’anni dalla sua scomparsa.
Al cuore del progetto vi è l’idea di realizzare una serie di mappe affidate alla mano degli ultimi testimoni della vita di Parise in terra veneta: a loro è stato chiesto di rappresentare visivamente, senza vincoli formali, la rete delle relazioni umane e territoriali dello scrittore, quali essi ricordano siano state. Sono otto mappe, tutte di straordinaria “eloquenza” e, alcune, di affascinante impatto visivo e raffinata composizione: un prezioso apporto alla conoscenza dello scrittore, ma anche eccezionale testimonianza culturale di una comunità. Precedute da alcuni testi, che mettono in luce i differenti aspetti del progetto nel suo insieme, le mappe sono accompagnate da immagini attuali dei luoghi e da una serie di “cartoline” che portano il magico tocco di Giosetta Fioroni. Sono inoltre divenute il punto di partenza per una rivisitazione del paesaggio nei disegni di un artista, Vittorio Bustaffa. Infine, e non da ultimo, la pubblicazione rende omaggio a due realtà che onorano il territorio veneto con la bellezza della grande arte tipografica, le Grafiche Antiga, e con la generosa promozione della cultura a opera della Fondazione Masi, che trae linfa da una nobile produzione vinicola.

< Indietro